27/07/2017
Pokémon Go: prime questioni informatico giuridiche
Un’analisi sulle nuove tematiche legali emerse dall’utilizzo dell’applicazione con realtà aumentata

Di Gian Marco Iulietto

Uno dei più recenti implementi nella tecnologia quotidiana è quello di applicazioni sviluppate con una tecnologia denominata “realtà aumentata” (AR). L’esempio più fruibile è quello del videogioco “Pokémon Go”, un’applicazione scaricabile gratuitamente dai dispositivi Android e IOS, diventata un fenomeno mondiale. Sebbene possa apparire piuttosto curioso ed insolito esaminare un appgame per approfondire dal punto di vista giuridico nuovi aspetti legati all’internet of things (IoT), questo gioco, ha generato fin dalla release peculiari controversie di diritto. Nel caso in esame, infatti, è di particolare rilievo mostrare come una tecnologia ideata per fini di divertimento accomunata al conseguente utilizzo dell’utente causi implicazioni legali tutt’altro che indifferenti. Si vogliono pertanto analizzare le questioni insorte facendo chiarezza sia sul lato tecnologico che legale.

Accedi per contnuare a leggere




Joomla SEF URLs by Artio